Il lancio della 31esima edizione del Concorso nazionale professione moda giovani stilisti, la presentazione del saggio “Come blogger e influencer hanno creato la narrativa sulla pandemia: una nuova fase che rappresenta la (falsa) vita quotidiana” e la collaborazione con il Creative District Fashion Film sono i tasselli della presenza di CNA Federmoda all’edizione in formato digitale di AltaRoma in programma dal 18 al 20 febbraio.

“In occasione dell’edizione invernale di AltaRoma, come ormai consuetudine, lanceremo il bando del Concorso nazionale professione moda giovani stilisti prevedendo la fase finale nell’ambito di RMI Ricerca Moda Innovazione 2021 durante la fase finale della manifestazione capitolina – dichiara Antonio Franceschini, responsabile nazionale CNA Federmoda – il lancio avverrà attraverso la pubblicazione di un video sulla piattaforma digitale di AltaRoma con le indicazioni per ricevere tutte le informazioni utili a candidarsi. Il 19 febbraio presenteremo poi il saggio di Giulia Rossi, docente e giornalista, che affronta il tema dei cambiamenti avvenuti nella comunicazione digitale dei cosiddetti digital influencer in ambito moda a partire dal marzo 2020. Il 20 febbraio rinnoviamo una collaborazione ormai consolidata aderendo al progetto Creative District Fashion Film di Antonio Falanga e Grazia Marino, prodotto da Spazio Margutta, che continuano anche durante questo particolare periodo, e con nuove modalità, a realizzare prodotti promozionali di particolare interesse per i piccoli brand”.

“Dopo la pausa del 2020, torniamo con una edizione che abbiamo definito 30 + 1 – spiega Roberto Corbelli, direttore artistico di RMI –  intendendo con questa edizione del Concorso, il più longevo d’Italia, dare la possibilità anche a chi si era candidato lo scorso anno di concorrere alla selezione per la fase finale, ma anche perché grazie all’impegno di CNA Federmoda è questo un progetto che continua a rinnovarsi con l’organizzazione di RMI Academy che prevede una calendarizzazione di eventi informativi e formativi durante tutto il corso dell’anno e con una sempre più forte integrazione tra giovani e imprese”.

“L’impegno di CNA Federmoda a supporto del settore è articolato – commenta Marco Landi, presidente nazionale CNA Federmoda – in quanto riteniamo che sia sempre più necessario creare connessioni e contaminazioni. Dobbiamo sostenere la creatività, studiare approfonditamente le evoluzioni socioeconomiche, rinnovare competenze tecniche e promuovere anche in maniera innovativa il Made in Italy. Solo con politiche e azioni integrate – conclude Landi – potremo mettere le nostre imprese in condizione di competere al meglio sui mercati internazionali e in un contesto che si sta modificando fortemente anche a seguito della complicata situazione globale”.