Con riferimento all’eventuale contribuzione già versata e oggetto di esonero, l’importo potrà essere richiesto in compensazione o a rimborso con domanda da presentare all’INPS entro il 31 dicembre 2021. In pratica se si è versato in più rispetto al dovuto, avendo i requisiti per avere diritto all’esonero, è possibile chiedere il rimborso o la compensazione dell’eccedenza.

Per accedere al beneficio, il contribuente deve essere in regola con il Durc. La conversione del DL Sostegni Bis ha previsto che la regolarità contributiva debba comprendere i versamenti fatti entro il 31 ottobre. In pratica chi chiede l’esonero contributivo deve definire le pendenze con l’INPS entro il 31 ottobre altrimenti non ha diritto ad alcun beneficio.

L’esonero è riconosciuto dall’INPS, al momento, nel limite di spesa pari a 1500 milioni di €; superato detto limite l’INPS provvede a ridurre l’agevolazione in misura proporzionale alla platea dei beneficiari.

Allegati: