“Le sfide del futuro per i corsi di formazione professionale continuano dopo il Covid19”, il workshop europeo aperto a tutti quest’anno coinciderà con la settimana dell’iniziativa europea sulla formazione e le abilità professionali e si terrà, rigorosamente online, il 10 e l’11 novembre.

La crisi pandemica, nonostante le difficoltà economiche e le conseguenze sociali che ha generato, rappresenta un banco di prova importante per l’artigianato e le piccole e medi imprese europee: ne deriva un nuovo ordine strutturale che inevitabilmente trasformerà le esigenze delle PMI e i loro processi di innovazione e digitalizzazione attraverso strumenti quali lo smart working, le conferenze virtuali e la formazione online. Insomma, pare che la risposta a questa situazione complessa sia il digitale.

Il momento sembra propizio, quindi, per aprire un dialogo istituzionale affinchè gli strumenti propri dell’e-learning, e nello specifico della formazione professionale continua dell’artigianato e delle piccole e medie imprese in ambito europeo, possano essere regolati in maniera comune a tutti gli stati membri, al di fuori delle logiche che ogni confine impone.

A tali questioni, è necessario che il sistema – che si occupa della formazione professionale continua in Europa – sia pronto a rispondere accettando le sfide che richiedono di ripensare sia gli strumenti tecnologici che i modelli didattici innovativi, nel modo più efficiente possibile per tutti.

L’obiettivo del workshop sarà quello di sviluppare una strategia che consenta di portare gli artigiani e le PMI in un’era digitale alla cui base vi è la cooperazione tra le parti a livello nazionale ed europeo. Cinque gli istituti di formazione, ricerca e rappresentanza, tra cui figura anche ECIPA CNA, che parteciperanno al progetto di Consorzio europeo. Lo scopo di quest’ultimo sarà di creare un sistema di sviluppo di corsi di formazione professionale continua a supporto di artigiani e imprese per meglio affrontare la transizione digitale intersettoriale.

 

Per seguire il workshop occorre registrarsi qui .

L’introduzione al workshop in lingua inglese e il programma degli interventi è disponibile qui.

Tag: