Quando ragioniamo di turismo, soprattutto in chiave di attività extra-alberghiere, è pensiero condiviso volgere lo sguardo alle grandi piattaforme online.

CNA stima, nei tre mesi estivi da luglio a settembre, ben 206 milioni di presenze assicurate (104 milioni presenze di vacanzieri provenienti da fuori Italia e 102 di connazionali), risulta quindi chiara l’importanza di un fenomeno che si va consolidando anno dopo anno. Per questa ragione abbiamo chiesto un commento sull’evoluzione della ricettività turistica al nostro portavoce regionale per il commercio e il turismo Roberto Masi.

<<CNA Commercio e Turismo dell’Emilia Romagna ha avuto la capacità e il merito di aver saputo guardare a questo fenomeno, sin dai suoi primissimi effetti prodotti nelle economie locali, con l’approccio corretto: collaborativo, quasi “propulsivo” negli aspetti che abbiamo colto come maggiormente importanti ed in grado di scatenare importanti sinergie con le imprese che rappresentiamo (basti pensare al tema delle esperienze che per primi abbiamo saputo formalizzare in importanti accordi con i maggiori player) ma al tempo stesso rigoroso e severo, nel contrastare le contraddizioni che fisiologicamente presenti in sistemi che nell’arco di pochi anni hanno fortemente condizionato le regole del mercato, cercando di mettere in campo la nostra esperienza e la profonda conoscenza dei tessuti imprenditoriali locali per proporre soluzioni in grado di abbattere i muri e costruire un ponte capace di connettere due mondi fino a poco tempo fa così distanti tra loro>>.

Ascolta il commento integrale sul nostro podcast: