In questi giorni è in via di definizione il Dl Agosto. Tra i temi in discussione la proroga dello stop ai licenziamenti, la cassa integrazione, il bonus consumi e l’occupazione. Daniele Vaccarino, presidente nazionale della CNA, ne ha parlato a RaiNews24.

“Dal punto di vista delle piccole e medie imprese la proroga allo stop dei licenziamenti potrebbe rivelarsi un boomerang.  Nel mondo dell’artigianato e delle piccole e medie imprese i collaboratori sono la vera forza e la tendenza al licenziamento è limitata solo nei casi in cui l’impresa non riesca più ad andare avanti. Bisogna continuare ad aiutare le Pmi, perché sappiamo che l’economia stenta a decollare, ma dobbiamo mettere in campo nuove forme di sostegno, i soli sussidi non bastano”.

“L’incentivo al rientro dei dipendenti e alle nuove assunzioni sono fondamentali – ha proseguito Vaccarino – ma deve esserci sullo sfondo un’economia che riparta. Bisogna cambiare passo, mettendo in campo politiche più attive che favoriscano l’occupazione. Mi riferisco, in particolare, agli incentivi per le assunzioni a tempo indeterminato, ma anche per quelle a tempo determinato eliminando le causali”.

Il presidente è poi intervenuto sul bonus consumi: “Ogni contributo per questo settore particolarmente colpito dagli effetti della pandemia e che ancora non si è ripreso è il benvenuto. Certamente deve essere costruito in maniera che non pesi e non sia un aggravio per le nostre imprese, altrimenti rischia di non funzionare”.